Smantellate due bande criminali, sequestrati Faber Village di Ostia e ristorante \”La Brasa\” di Fiumicino

0
75

Colpiti, ancora una volta, gli interessi della malavita organizzata sul litorale romano. Sono state sgominate due organizzazioni criminali, legate alla banda della Magliana e alla banda della Maranella. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma, a seguito di una lunga attività di indagine, hanno apposto i sigilli a due strutture lidensi, il Faber Village di Ostia, uno stabilimento balneare con discoteca serale, e il ristorante “La Brasa” di Fiumicino. Le strutture sono state poste sotto sequestro insieme ad altri beni e immobili, per un valore totale di 15 milioni di euro. L’operazione, dal nome “Los Moros 2008”, ha messo fine a un traffico internazionale di hashish e cocaina, riconducibile a Carmine Fasciani, noto boss del litorale romano, che aveva affidato alla moglie il compito di gestire il patrimonio immobiliare. Trentasei gli arresti in totale, 29 in Italia tra Roma, Frosinone, Napoli e Catanzaro, e 7 in Spagna. Ventisei le persone denunciate a piede libero, che dovranno rispondere a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata all\’importazione e cessione di sostanza stupefacente. In totale sono stati sequestrati 1823 kg di hashish e cocaina. Secondo quanto è stato possibile rilevare dai carabinieri, a fare da tramite alle due organizzazioni vicine alle due Bande della Magliana e della Maranella c’era un bulgaro, che procurava droga ad entrambe. A Ostia, tra l\’altro, aveva sede anche la base logistica per lo smistamento dello stupefacente. DEcisive nelle indagini le rilevazioni di un pentito, che da anni faceva il corriere e che ha deciso di collaborare raccontando tutti i dettagli. “Una scelta coraggiosa – ha detto il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo – che ha visto per la prima volta in Italia l\’impiego del nuovo strumento giuridico dell\’interposta persona”. L’operazione ha portato il delegato del sindaco di Roma Gianni Alemanno, Giorgio Ciardi, a complimentarsi: “Ancora una volta i carabinieri del comando provinciale di Roma, diretti dal generale Vittorio Tomasone, si mettono in evidenza con una brillante operazione investigativa che ha permesso di smantellare un\’intera organizzazione criminale, dedita al traffico internazionale di stupefacenti, cha faceva capo a un boss della malavita romana. I numeri dell\’operazione parlano da soli”, ha sottolineato.