Zagarolo, presa la banda dei supermercati

0
103

Erano in cinque e armati con una pistola calibro 8 e un coltello. Hanno sostato nel parcheggio di un supermercato del centro pronti a mettere in atto un rapina. Avevano studiato tutto ma non sapevano che qualcuno all’esterno li stava sorvegliando già da diversi mesi. E’ grazie a questa attività di indagine conoscitiva che i carabinieri della Stazione di Roma Porta Cavalleggeri, in collaborazione con le Compagnie di Frascati e Palestrina sono riusciti a fermarli in diretta, mentre si accingevano a entrare. Grande sorpresa per i cinque che ancora prima di mettere a segno il colpo si sono visti circondati ed ammanettati. I militari sono giunti sulle loro tracce, indagando nell’ambito di alcune rapine compiute nel centro della Capitale nei mesi scorsi. Seguendo di nascosto i movimenti di alcuni di loro, incalliti rapinatori, i Carabinieri hanno scoperto che erano soliti radunarsi in un villino nell’area a sud di Roma. Sorvegliati i loro spostamenti, i Carabinieri sono riusciti ad individuare il loro prossimo obiettivo, un grande supermercato di Zagarolo, e così ieri li hanno attesi e acciuffati in flagranza. Tutti pregiudicati romani di età compresa tra i 24 ed i 50 anni.

Dopo l’arresto i Carabinieri hanno perquisito anche il villino, base operativa dei rapinatori, dove è stata rinvenuta una pistola scacciacani, delle munizioni, un coltello a serramanico, pochi grammi di hashish ed eroina. Nella circostanza sono state sequestrate anche le due autovetture trovate nella loro disponibilità, una delle quali è risultata provento di un furto messo a segno qualche giorno fa a Roma nella zona di Città Giardino. Tra i 5 arrestati, che sono stati tradotti nel carcere di Rebibbia e che dovranno rispondere di tentata rapina aggravata in concorso, figura anche un pluripregiudicato romano di 48 anni, passato alla ribalta delle cronache nazionali per aver sparato ed ucciso il 23 gennaio del 1988 un agente della Polizia di Stato, nella zona dell’Appia Antica, che aveva reagito al loro tentativo di rapinarlo. Entrambi gli assassini furono arrestati dai Carabinieri del Reparto Operativo di Roma dopo pochi mesi di indagini.