Nuovi vapori al Fosso Gavozza

0
47

 Tre anni fa fu sotto l’occhio del ciclone a causa della prima crisi della Valle del Sacco. Oggi il Fosso Gavozza è tornato nuovamente nelle pagine di cronaca locale a causa delle segnalazioni di alcuni residenti. Si attendono i risultati di alcune analisi effettuate alcuni giorni fa dall\’Arpa Lazio su richiesta del Comune di Colleferro. Pare che le aziende che si trovano su quel sito abbiano insistito in questa direzione con il comune di Colleferro per effettuare dei prelievi dell\’acqua del Fosso. Stiamo parlando della zona dei Piani Artigianali di Colleferro all\’interno della quale ci sono decine di aziende di tutti i settori. E’ lì che parte il Fosso Gavozza che è stato ripulito circa tre anni fa durante la Giunta Moffa, con l\’assessore ai Lavori Pubblici, Giancarlo Ceccarelli. La richiesta di pulizia era giunta sempre dalle attività che operano su quel territorio.

E ancora una volta gli imprenditori della zona che hanno lamentato una fuoriuscita di vapori maleodoranti dal collettore del fosso che si trova su Corso Garibaldi, subito dopo la rotatoria di Piazzale Matteotti.

E\’ da lì che sono arrivate le segnalazioni di residenti e imprenditori di un fenomeno che si verifica ogni giorno fino al tardo pomeriggio. Ogni cinque minuti esce fumo maleodorante. E’ stata così avvisata l\’amministrazione comunale che ha investito l\’Arpa Lazio per effettuare le analisi dell\’acqua.

II tecnici dell’Arpa sono intervenuti alla presenza della Polizia Municipale. A una prima indagine hanno affermato che si potrebbe trattare di vapori riconducibili a scarichi di acqua calda che entrerebbero in reazione con il liquido del fosso. Sono attesi in questi giorni i risultati delle analisi dell\’Arpa.

 

                                                                                                 gc