Calcio a 5, la Lazio \”sfrattata\” torna a Colleferro

0
34

La magistratura sequesta il To Live, ovvero il centro sportivo con  una struttura per il calcio a 5 in zona Eur, e così la Tsc Lazio si ritrova sfrattata e costretta ad emigrare a Colleferro per la gara contro il Napoli Vesevo. L’inchiesta in corso, relativa a presunte irregolarità nella realizzazione di nuovi impianti sportivi realizzati per i mondiali di nuoto, ha per il momento “chiuso” ben 15 complessi sportivi costruiti a Roma e nella periferia della capitale, e tra questi proprio la struttura scelta dalla società biancoceleste come sede per la nuova stagione. Così la prima gara casalinga la Lazio la giocherà questa sera alle ore 18 al PalaRomboli di Colleferro. Un ritorno ovviamente per molti giocatori, che già in passato hanno “calcato” il campo colleferrino; mentre per i tifosi un forse momentaneo “abbraccio” con la serie A.

Passando alla categoria inferiore, A2, impegno in trasferta per la Finplanet Fiumicino di Fausto Tallarico, che galvanizzata dal 7-0 dell’esordio contro il Reggio Calabria va a far visita al Giovinazzo guidato da Magalhaes. Promette spettacolo, nel girone B, la sfida tra Brillante e Modugno C5. Al Pala Millevoi si affrontano due delle “papabili” per la promozione e che all’esordio non hanno fallito.   

In serie B, girone E, dopo le tante sorprese della prima giornata, con le ipotetiche big in grandissima difficoltà, troviamo la Cogianco di Alemao che si è qualificata in coppa (con l’Albano), ma deve cancellare lo scivolone con l’Elmas di una settimana fa. Al PalaCesaroni  (ore 15 gara diretta da Sanna di Alghero e Aresu di Cagliari) sarà big match con il Colleferro, reduce da due uscite e altrettanti successi. Sarà, quindi, una sfida tra due squadre piuttosto decise: i padroni di casa a cercare il riscatto in campionato e davanti al proprio pubblico, gli ospiti invece pronti a proseguire il momento favorevole, nonostante qualche defezione. 

«Andiamo a giocarcela a viso aperto – commenta il presidente rossonero Daniele Mandova -, sappiamo che ci aspetta una grande squadra, ma noi vogliamo disputare la nostra partita, cercando di migliorare sotto il punto di vista del gioco». Mister Coppola dovrebbe recuperare un po\’ tutti gli acciaccati, vedi Ceccaroni, Nenè e Maciel, l\’unico assente dovrebbe essere Pinzon che non è riuscito a smaltire  l\’infortunio subito alla caviglia sabato scorso.

«Le due vittorie riportate – dice mister Coppola – non devono farci sentire appagati, anzi io non sono rimasto totalmente soddisfatto del gioco nonostante i buoni risultati, per cui voglio vedere una grande partita da parte della squadra».

Anche il Palestrina di Previdelli e Cipolla ha steccato alla prima e se la vedrà proprio con l’Elmas di Deivison e Loi. Scende in campo il Capoterra targato Congiu, impegnato in trasferta col rimaneggiato L’Acquedotto, senza Daniele Chilelli, Meuti e con Armando Pozzi in forte dubbio. Storico esordio in casa per il Nuoro: Joao e compagni ricevono un Albano già zoppicante.  

Domenica inizierà anche il 13° campionato Under 21 con le squadre di cinque dei diciannove gironi previsti, per un totale di 190 società.   Un dato, questo, che conferma la grande crescita del calcio a cinque giovanile visto che, nonostante i venti di crisi, il numero di squadre partecipanti è aumentato dalla passata annata raggiungendo il record assoluto di iscritti.