Albano, ladro fregato da Facebook

0
35

 E\’ ufficiale: Facebook ha rincoglionito pure i ladri. Dopo aver fatto strage di neuroni fra studenti, impiegati, professionisti una volta stimati, disoccupati e sfaccendati, il sociale network che ha banalizzato il concetto di amicizia e ridotto persone a stupide foto e a nostalgie insignificanti, ha colpito pure la categoria professionale che più di tutte dovrebbe fare dell\’astuzia e della discrezione elementi imprescindibili: quella dei mariuoli. E\’ di ieri la notizia che un ladro è stato arrestato a Cecchina, frazione di Albano Laziale, con l\’accusa di furto in appartamento lo scorso aprile. La colpa? Di Facebook, ça va sans dire. Il ventiseienne aveva trovato infatti un Pc acceso nella casa da ripulire e non aveva resistito a collegarsi con il suo nome utente al social network Facebook per comunicare con i suoi "amici" anche mentre stava mettendo a segno il colpo. Roba da far rivoltare nella tomba Arsenio Lupin. Quei dati lasciati nel computer dall\’improvvido ladro sono stati acquisiti dai carabinieri e dalla sua mail è stato possibile risalire alla sua identità. Nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione i militari hanno rinvenuto parte della refurtiva che era stata rubata proprio a casa del 52 enne. 

Arrestato, il ragazzo pare sia disperato: dal carcere non potrà infatti collegarsi a Facebook.

Cinque