Anche Fiumicino ha il suo Colosseo

0
26

Anche Fiumicino ha il suo Colosseo. Proprio come a Roma, a due passi dal mare è stato scoperto il “Colosseo” del Porto di Traiano, un anfiteatro in scala, di dimensioni inferiori a quelle del più noto Anfiteatro Flavio, ma grande almeno quanto il Pantheon della capitale, di 42 metri di lunghezza e 38 di larghezza. Ne sono state riportate alla luce le fondamenta. La scoperta è frutto di una campagna di scavo durata tre anni condotta in collaborazione con la British School at Rome, l\’Università di Southampton e l\’Università di Cambridge, e diretta dal professor Simon Keay. Si pensa che le pareti perimetrali che sostenevano le tribune avessero una alzata di almeno dieci metri. Si tratta della prima volta che viene rinvenuto un anfiteatro nel cuore di una zona portuale. Altra particolarità è che questo emiciclo spicca nel centro del Palazzo Imperiale di Traiano, anche se l\’edificio appena scoperto risale all\’inizio del III secolo d.C. Ora gli archeologi stanno cercando di capire perchè ci fosse una struttura simile dentro il palazzo imperiale. «La nostra speranza è di dare nuova luce ad un sito archeologico di importanza mondiale – sottolinea Simon Keay – Questo era il porto della Roma imperiale, quindi il più importante del mondo. Purtroppo oggi ancora poco conosciuto e forse troppo dimenticato». Il lavoro era iniziato nel 1998 con una serie di indagini, e nel 2007 era stata avviata la campagna di scavo. Molto probabilmente il Colosseo di Fiumicino era una struttura di intrattenimento personale. Ma rimane ancora in dubbio la sua funzione. Se destinato a giochi gladiatorii, a venazioni o a gare sportive. Un\’altra ipotesi è che sia legato alla presenza di una caserma di addetti alla sicurezza, una presenza quasi militare. Il possibile committente e fruitore potrebbe essere, come si legge su un\’iscrizione del 247 d.C, l\’ufficiale «Procurator Utriusque Portiu», personaggio responsabile dei due bacini di Claudio e Traiano. L’area del porto di Traiano era stata oggetto di una serie di interventi di riqualificazione negli anni 80: lì c\’era lo Zoo Safari. Solo dopo la zona, limitrofa alla tenuta privata degli Sforza Cesarini, nel bacino esagonale del porto di Traiano,venne presa in gestione dalla Soprintendenza.