Tivoli, cade da un muretto: muore un ventenne

0
75

Per una disattenzione o forse per un gioco troppo azzardato, ha perso l’equilibrio dalla balaustra in cui si era arrampicato, finendo sull’asfalto della strada sottostante. Marco Di Costi, 20enne di Tivoli Terme, ha perso la vita così l’altra sera ai Giardini Garibaldi, il parco al centro della città con vista panoramica su Roma. A Tivoli lo chiamano proprio così, la Panoramica, il viale in cui si ritrovano soprattutto i giovani e le coppiette per passeggiare. Per Marco e i suoi amici, una mezza dozzina di ragazze e ragazzi, alcuni minorenni, avrebbe dovuto essere il solito pomeriggio tra amici. Quattro chiacchiere tra spensieratezza e divertimento. Ma il gioco è finito in tragedia. Secondo quanto avrebbero raccontato i testimoni, il giovane si sarebbe arrampicato per gioco sul parapetto all’interno dei Giardini e avrebbe iniziato a dondolare pericolosamente con il vuoto dietro di sè. Poi in un attimo avrebbe perso la presa e sarebbe caduto all’indietro finendo, dopo un volo di oltre dieci metri, sull’asfalto della sottostante via degli Oliveti, nel quartiere delle Piagge.

Immediato l’intervento di una pattuglia della Polizia locale e dei sanitari del 118. Ma i soccorsi sono stati inutili. Il ragazzo è morto per le ferite riportate alla testa durante il trasporto in ambulanza al pronto soccorso del vicino San Giovanni Evangelista.

I vigili urbani hanno raccolto le testimonianze dei giovani che hanno assistito al fatto, effettuato i rilievi fotografici e trasmesso tutta la documentazione al pubblico ministero Luca Ramacci della Procura della Repubblica di Tivoli.

Un dramma per per la famiglia e per gli amici. Marco era figlio unico e studiava per diventare chef. I genitori lavorano entrambi al Medicus, una struttura sanitaria di Tivoli. Il padre Gianfranco è molto conosciuto nel quartiere di Tivoli terme, anche per le sue attività nel Comitato Città Termale, di cui è membro del consiglio direttivo.