Tivoli, Sicurezza: Baisi scrive ancora al Prefetto e rinnova le richieste per il potenziamento delle forze dell’ordine

0
41

E’ di nuovo allarme sicurezza a Tivoli, tanto che il Sindaco Giuseppe Baisi ha scritto ieri mattina al Prefetto di Roma, ribadendo l’urgente necessità del potenziamento dei mezzi e degli organici a disposizione delle forze dell’ordine del territorio. A provocare l’intervento del primo cittadino sono stati gli ultimi fatti di violenza avvenuti in pieno centro: la nuovissima piazza di Garibaldi, l’ingresso della città in cui si erge il monumentale Arco dei Padri costituenti. Prima un ubriaco che ha devastato un locale della piazza, poi il giorno dopo, nel pomeriggio di sabato, una rissa stile far west scoppiata quando la piazza era piena di cittadini e di turisti. Ad allarmare il primo cittadino, tra l’altro, anche la pesante carenza di personale del commissariato di polizia, che viene denunciata da mesi da più parti e che aveva portato la scorsa primavera, dopo i pressanti appelli del sindaco, all’istituzione di speciali squadre volanti destinate al controllo del territorio. Squadre speciali che a quanto pare sono durate poco, al punto che la situazione dopo qualche settimana è tornata pressoché come prima, almeno a sentire le lamentela dei sindacati degli agenti di polizia. A complicare la situazione, il trasferimento per nuovo incarico del dirigente del Commissariato. Gli agenti restano pochi e tra l’altro hanno pure mezzi insufficienti per un territorio tra l’altro molto vasto.

“Nello scorso fine settimana – ha scritto il primo cittadino – in due giorni si sono verificati due distinti fatti di violenza nella centralissima piazza Garibaldi, principale luogo di incontro della città e punto di accoglienza per migliaia di turisti che visitano l’adiacente Villa d’Este, Patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco.  In particolare nel secondo episodio, avvenuto nel pomeriggio di sabato, nell’ora di maggiore frequentazione, l’affollatissima piazza è stata teatro di una rissa che ha coinvolto in pieno giorno alcuni cittadini. Tali episodi rappresentano un evidente segnale di preoccupazione soprattutto se messi in relazione alla difficilissima situazione – più volte denunciata dagli organi di stampa, dalle organizzazioni sindacali delle forze dell’ordine, dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli e dal sottoscritto – relativa alla grave carenza di personale e mezzi in cui si trova il Commissariato di Polizia della nostra città. I fatti sopra descritti stanno provocando tra i miei concittadini una sempre maggiore sensazione di insicurezza e, considerando anche che gli ultimi episodi di violenza hanno coinvolto persone straniere, potrebbero, senza una adeguata presenza nel territorio di forze dell’ordine, mettere seriamente a rischio l’ordine pubblico e l’incolunità delle persone”.

Baisi ha quindi ribadito “l’urgente necessità di potenziare le forze dell’ordine in servizio nel territorio per assicurare una più costante presenza e maggiori controlli per la prevenzione del crimine”, rinnovando le richieste riportate nel documento firmato da circa 40 Sindaci del comprensorio, oggetto della riunione del Comitato provinciale per ll’ordine pubblico e la sicurezza avvenuta a Tivoli nello scorso mese di marzo.