Tuscolo, incendio nei pressi di Grottaferrata: in fumo 30 ettari

0
66

E’ allarme incendi ai Castelli Romani. Ieri pomeriggio un grosso incendio ha colpito la zona del Monte Tuscolo tra Grottaferrata e Marino. Le fiamme sono arrivate a soli 400 metri dalle abitazioni, immediatamente fatte evacuare per precauzione. “Abbiamo impegnato otto squadre a terra, due elicotteri e due canadair – informa il direttore regionale della Protezione Civile Maurizio Pucci- sul posto erano inoltre presenti i Vigili del Fuoco (provenienti da Marino, Frascati e Nemi, ndr) e la Forestale. Credo – ha concluso Pucci – che siamo riusciti a superare tempestivamente questa prima dura prova della stagione che ha colpito una zona delicata come quella della Molara, a Grottaferrata”. Le fiamme hanno lambito anche alcune abitazioni, evacuate prontamente, mentre con l’incendio, domato nel giro di tre ore e di probabile origine dolosa, è andata in fumo una superficie di circa 30 ettari. Intanto è proprio la Protezione Civile regionale ad annunciare ondate di calore per domani: su una scala da zero a tre, Roma e hinterland raggiungeranno il livello due. E siamo già al quarto incendio da domenica scorsa per i Castelli, dove il gran caldo non lascia presagire gli stessi bassi numeri della scorsa estate: circa venti nel solo mese di agosto tra i comuni di Velletri, Rocca Priora e Rocca di Papa rispetto gli oltre 65 dell’estate 2007, concentrati anche nell’area Tuscolana. “Per questa stagione abbiamo anche l’ausilio di sei associazioni presenti nei punti più sensibili – ha commentato il direttore dell’ente Parco Roberto Sinibaldi – che monitorizzano il territorio segnalandoci tempestivamente i focolai e permettendoci di intervenire per tempo”. E sono circa 15 mila gli ettari del Parco da tutelare con la dotazione, da quest’anno, di tre fuoristrada (seppur pochi) allestiti con moduli antincendio. E si auspica di non superare le percentuali di superficie incendiata dello scorso anno: 84,51% per Velletri, 10,47% Rocca Priora e 5,02% Rocca di Papa. Intanto sul Monte Artemisio è già attiva da tre giorni la vigilanza antincendio dell’associazione M.A.I.A. (Movimento Anti Incendio Artemisio).

                                                                                    

                                                                                                                                 Maria Chiara Shanti Rai