Salzare, si cerca l\’assassino del marocchino

0
150

 

E’ caccia all’uomo ad Ardea per scoprire l’assassino delle Salzare. I carabinieri stanno battendo palmo a palmo tutta la zona. I fatti sono accaduti nella notte tra venerdì e sabato. E’ mezzanotte. Tutto si è svolto nel complesso “Le Salzare”, a Tor San Lorenzo, a pochi passi dal mare, in una zona già nota per diversi fatti di cronaca nera. Due italiani bussano in una casa: lì abitano due nordafricani, che condividono un appartamento. Uno dei due italiani è il proprietario dell’abitazione. Poi, una scena da film: uno dei due estrae una pistola e fa fuoco contro i marocchini. Prima spara – tre colpi d’arma da fuoco – e poi fugge a piedi, lasciando lì la macchina parcheggiata. Un marocchino di 32 anni, M.J., cade in terra, e verrà trovato cadavere poco dopo, riverso nel suo stesso sangue. Il suo connazionale, K.A., di 37 anni, rimane gravemente ferito, e viene portato d’urgenza prima alla Clinica Sant’Anna di Pomezia e poi all’ospedale San Camillo. Le indagini scattano immediatamente: gli inquirenti – i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Anzio e quelli del nucleo investigativo di Frascati – si mettono a setacciare tutto il territorio. Gli indizi raccolti hanno già  portato a un identikit chiaro: l’indiziato numero uno è P. F., 30 anni, di origini campane, che da tempo vive ad Ardea, nel residence delle Salzare. Gli inquirenti hanno battuto tutta l’area del litorale romano, tra Ardea e Pomezia, per cercarlo. Secondo gli inquirenti della Benemerita, il trentenne potrebbe essersi nascosto in casa di qualche suo amico. Intanto, però, è stato fermato V.O., il proprietario dell\’abitazione in cui risiedevano i nordafricani, che aveva accompagnato P.F. nella sua "visita". Ora si trova in carcere a Velletri, secondo quanto disposto dal pubblico ministero Paoletti. V.O. dovrà rispondere di tentato omicidio, concorso in omicidio e porto abusivo di armi. I carabinieri, oltre ad aver ascoltato la sua versione dei fatti, hanno anche sentito i vicini e alcuni eventuali testimoni. Secondo una prima ricostruzione ci sarebbero state alcune rivalità che avrebbero portato a litigi sempre più aspri, poi conclusi con l\’omicidio. Si pensa a un traffico di sostanze stupefacenti sul litorale, a un movente sentimentale o a quello legato alla “compravendita” di case abusive.  

 

È SUCCESSO OGGI...

Welfare, Regione Lazio: 162 mln per nuova programmazione servizi

La Giunta Zingaretti ha approvato la delibera annuale di programmazione degli stanziamenti per il sistema regionale dei servizi sociali. Ammontano a 162,3 milioni le risorse complessivamente assegnate ai distretti socio-sanitari del Lazio per l'attuazione...

Campidoglio, ok dalla Giunta al Piano Cimiteri 2017-2021

Un programma d’investimenti serio per valorizzare il patrimonio storico-artistico, monumentale e ambientale dei cimiteri capitolini, attraverso progetti e interventi di manutenzione straordinaria e di riqualificazione a breve, medio e lungo termine, con l’obiettivo di...

Roma, carabinieri a caccia di “topi d’appartamento”

Proseguono con profitto i servizi rinforzati dei Carabinieri di Roma finalizzati a prevenire, e laddove necessario, reprimere eventuali fenomeni di illegalità diffusa. I militari, soprattutto nelle ore notturne, stanno attentamente vigilando anche sulle abitazioni dei...

Roma, ruba nell’appartamento “sbagliato”: nei guai 44enne

Dopo un lungo e faticoso lavoro per smurare una grata, un 44enne di origini moldave, si è reso conto di aver sbagliato appartamento. Il moldavo però non si è perso d’animo e, pur non...

Orrore a Roma, trovate le gambe di una donna dentro un cassonetto

Orrore a Roma. Dentro un cassonetto per l'immondizia, in viale Maresciallo Pilsudski di fronte al Galoppatoio, sono state trovate due gambe apparentemente di una donna, tagliate all'altezza dell'inguine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Scientifica...