Formula 1: Gran Premio di Roma più vicino

0
62

A Roma come a Montecarlo o a Singapore, ecco che il progetto di un Gran premio di Formula 1 nella Capitale prende forma, organizzatori e amministrazione comunale si fanno gia\’ i conti in tasca mentre il tracciato del circuito e\’ ormai quello definitivo. Manca solo l\’ok del boss del \’\’Circus\’\’, Bernie Ecclestone. Nel corso di una affollatissima conferenza stampa al Campidoglio il sindaco Alemmanno, il senatore Andrea Augello e l\’ideatore Maurizio Flammini hanno presentato lo \’\’Studio di Prefattibilita\’ del Gran Premio Roma Formula 1\’\’. Il circuito si snodera\’ lungo le strade del quartiere Eur, sara\’ lungo 4.669 metri con un tempo di 1\’34\’\’ e una velocita\’ media sul giro stimata in 177 chilometri orari. Non interessera\’ la Cristoforo Colombo e neppure la via Laurentina per cui, spiegano i promotori, non ci saranno problemi di viabilita\’ per gli abitanti del quartiere. Interessera\’ invece la parte nord dell\’Eur: Viale dell\’Arte, viale delle Tre Fontane, via di Val Fiorita. Non sarà solo l\’Eur  a beneficiare ( si fa per dire) degli effetti di un Gp a Roma sara\’ addirittura tutto il Paese. La ricaduta sul territorio nazionale e\’ stata stimata intorno ad un miliardo all\’anno, con 160 milioni di investimenti privati per la prima edizione, quasi 10mila posti di lavoro, 324mila turisti per un totale di oltre un milione e 300 mila presenze, 18 Paesi coinvolti nell\’offerta turistica nei 5 continenti, 33 mesi di promozione sul web, senza considerare i 30 giorni a ridosso dell\’evento (e\’ stato auspicato nei mesi autunnali per garantire la capacita\’ di ospitalita\’ delle strutture alberghiere) in cui saranno organizzati concerti, mostre e altre iniziative. E\’ stato calcolato che l\’impatto dell\’evento sul gettito fiscale sara\’ di 69 milioni di euro circa per quanto riguarda le imposte indirette nette, mentre le imposte dirette dovrebebro aumentare di 116 milioni per effetto di un incremento di 56 milioni dell\’Irpef e di 60 milioni di euro dell\’Ires. Per la regione Lazio il progetto pesera\’ per un punto percentuale di Pil, mentre i 10 mila posti di lavoro faranno scendere del 6,5% il tasso di disoccupazione regionale.In un tripudio di cifre, tutte da verificare, ed entusiasmi, sul Gp di Roma aleggia però il \’\’fantasma\’\’ dell\’addio della Ferrari alla Formula 1, dopo lo scontro con la Fia sulle nuove norme. Ma altro spettro, forse ancora più minaccioso è quello sull\’impatto ambientale della iniziativa \’monstre\’ di cui nessuno fra i promotori ha minimamente accennato. Ma ciò è ben poco rilevante rispetto alla pioggia di miliardi, per ora come al solito solo annunciati, che si spargerà benefica sulla Capitale, la regione e tutta l\’Italia.

                                                                                               lg