Sangue, bastoni e coltelli per un affitto non pagato. Far West a Roma

0
86
rissa roma coltelli bastoni

Secondo una prima ricostruzione della polizia sarebbe un debito non pagato all’origine di una violenta lite tra due persone che si è conclusa con il ferimento di un uomo di 48 anni.

LA CAUSA DELLA LITE – Il fatto è accaduto poco dopo le 22 di ieri sera in Via Giulio Aristide Sartorio, nel quartiere Ardeatino, a Roma. G.G. 35enne romano, e un suo accompagnatore, F.S., 27enne, anch’egli romano, si sono incontrati con la vittima nei pressi dello stabile dove risiede il 35enne, per cercare di risolvere un problema relativo al mancato pagamento dell’affitto di una stanza di un bed & breakfast. I toni della conversazione, evidentemente, devono avere da subito scaldato gli animi e la vittima armata di bastone ed i due aggressori armati di un grosso coltello da caccia hanno iniziato a fronteggiarsi.

BASTONI E COLTELLI – Il 48enne, di origini sarde, ha avuto la peggio, riportando delle profonde ferite in seguito ai fendenti che uno dei due aggressori gli ha inferto. Quando gli agenti del commissariato Tor Carbone e quelli del reparto Volanti sono intervenuti in seguito alle segnalazioni di alcuni cittadini, hanno trovato il 48enne ferito a terra ed hanno immediatamente richiesto l’intervento del personale sanitario per prestargli i primi soccorsi. La presenza di vistose macchie ematiche presenti sull’asfalto ha poi guidato i poliziotti proprio in corrispondenza del portone di uno stabile che affaccia di fronte al luogo della lite.

L’ARRESTO – Anche sulla rampa di scale gli agenti hanno rilevato la presenza di macchie di sangue e sono quindi risaliti ad un appartamento sul cui pianerottolo hanno trovato e sequestrato un coltello di grosse dimensioni. Nell’abitazione hanno trovato G.G. e F.S. e subito hanno notato le numerose ferite alla mano destra di G.G. mentre entrambi presentavano delle tracce ematiche sugli indumenti indossati. Nel corso del controllo i poliziotti hanno rilevato la presenza anche di altre macchie di sangue che erano presenti all’interno dei locali e su numerosi oggetti nell’appartamento. Dopo aver raccolto le dichiarazioni di alcuni testimoni, G.G. e F.S. sono stati accompagnati presso gli uffici di Polizia e a conclusione degli accertamenti sono stati arrestati. L’accusa nei loro confronti e” ora quella di tentato omicidio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]