Intossicati in piscina. Chiude struttura di via Aurelia

0
293
giallo piramide notte

Tre ragazzine, dagli 8 ai 15 anni, si sono sentiti male ieri sera mentre si stavano cambiando negli spogliatoi della piscina del centro sportivo ‘Aurelia Nuoto’, in via Aurelia 770. Il malore potrebbe essere stato causato da una intossicazione da monossido di carbonio. Queste le prime indiscrezioni. Ma serviranno nuove analisi.

IL MALORE E IL RICOVERO IN OSPEDALE – I tre, nessuno dei quali è in gravi condizioni, sono stati portati prima all’ospedale San Camillo poi trasferiti all’Umberto I e sottoposti a trattamento di ossigenoterapia in camera iperbarica. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione Madonna del Riposo che sono in attesa di una relazione dei vigili del fuoco che hanno ispezionato la struttura e per verificare con esattezza la causa del malore dei tre ragazzini. Dall’analisi dell’aria presente nell’ambiente, tuttavia, i pompieri non hanno riscontrato tracce di monossido. Fra le ipotesi, ancora tutte da verificare, c’è quella che il gas tossico possa essere arrivato negli spogliatoi attraverso le crepe nelle pareti direttamente dalla caldaia che si trova fuori dall’impianto sportivo. Le ragazze sono tutte fuori pericolo, anche se rimangono sotto osservazione all’Umberto I.

CHIUSA LA STRUTTURA – «In riferimento a quanto verificatosi nella nostra struttura nella giornata del 18 febbraio e riportato anche a mezzo stampa, facciamo presente che, indipendentemente dalle verifiche effettuate dalle autorita” competenti, la direzione ha deciso che l”impianto rimarra” chiuso in via precauzionale fino a domenica per effettuare tutti gli accertamenti del caso sul presunto malfunzionamento della centrale termica e verificare ogni possibile causa esterna all”impianto. Consigliamo comunque di telefonare a partire da lunedi” al fine di accertarsi dell”avvenuta riapertura della struttura. Ci scusiamo con tutti per il disagio provocato, stiamo lavorando alacremente affinche” la situazione torni presto alla normalità». E” quanto si legge in una nota pubblicata sul sito dell”impianto sportivo ”Nuoto Aurelia”, dove ieri sera tre ragazzi hanno accusato un malore dovuto probabilmente a una intossicazione da monossido di carbonio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]