Nomadi a Portuense: i vigili si defilano

Bancarelle rom davanti ai portoni. Curioso siparietto tra la polizia locale e i residenti

0
162

Si alza pigramente il vigile corpulento da una delle poche macchine della polizia municipale rimaste a presidiare il mercato di Porta Portese.  Alcuni cittadini residenti, presi nel ruolo di difensori civici del territorio, lo sollecitano a verificare l’improvviso arrivo di diversi rom che hanno steso lenzuoli lungo la via Portuense, davanti ai portoni,  e stanno vendendo ad una folla di insospettabili, fili di rame, scarpe (solo la destra o solo la sinistra) e  pezzi di computer.

La reazione non si fa attendere e chi si aspettava lo zelante Otello Celletti di sordiana memoria, si ritrova un epigono di Tomas Milian che colpisce con un diretto :  “ ’natelo a dì ar sindaco, è lui che ce li vuole e poi noi siamo troppo pochi pè controllà tutto”.  La signora, residente proprio in un condominio antistante  la nuova rivendita, non demorde: «Quindi, cosa si può fare? Se si lasciano qui oggi, la prossima settimana saranno il doppio».

Non ci sono dubbi per il rappresentante delle rivendicazioni sindacali della categoria: «Scrivete al Campidoglio, noi eravamo 80 qui, mo’ siamo 25. Che ve posso dì, chiudeteve bene in casa. Oppure andate a vive allo stadio Olimpico lì c’hanno messo un sacco di colleghi».

Lo sguardo del gruppo che si aspettava almeno quei dieci passi per verificare quanto detto, da interrogativo si fa sbigottito. La signora che ancora non si arrende si limita a insistere: «Ma è sicuro che non potete fare niente – e osa – guardi che è merce rubata!». «Signò che non lo so, ma il sindaco glie vole tanto bene a sti zingari e il capo della polizia (è il nuovo capo della municipale con un passato nella Polizia, accolto con una certa freddezza dai vigili ndr) è venuto,  ha visto quello che fà il gioco delle tre carte e ha detto che era un trucco di abilità e non azzardo perché non ha visto i soldi sul banco. E noi allora perché ci dobbiamo preoccupa».

L’improvvisato siparietto domenicale lungo via Portuense, si conclude con la sconfitta dello spirito civico dei residenti e la vittoria dell’ignavia di una città che tra contestazioni, polemiche e immobilismo rischia di precipitare in un’insofferenza generalizzata che non permette futuro. La signora comunque è entrata velocemente nel portone e ha chiuso bene la porta. Chissà la prossima settimana cercherà se sotto casa trova la decollete nera destra che le manca da tempo.

È SUCCESSO OGGI...

Latina diventa la Capitale dello StreetFood

Ci siamo. Da questo assolato pomeriggio 26 maggio, taglio del nastro ore 17.00 e fino alla mezzanotte inoltrata di domenica 28 maggio, Latina diventerà la capitale dello StreetFood. Ormai caldi i fornelli degli streetchef di truck, apecar...

Roma, entra in un negozio di antiquariato e si impossessa di una teca con...

E’ avvenuto in un negozio di antiquariato del centro storico. Una coppia è entrata confondendosi tra i clienti fin quando l’uomo, con mossa furtiva, si è impossessato di una teca contenente una corona antica ed...
incidente Pontina

Ubriaco e drogato, schianto vicino Roma: un morto e un ferito

Incidente mortale nella notte in via della Mola Cavona a Ciampino, vicino Roma. Un'auto con a bordo tre persone e' finita contro il cordolo di una rotatoria e si e' ribaltata. Un passeggero, un...
civitavecchia

Controlli dei carabinieri in centro: 10 arresti. Verifiche anche su ristoranti e bar

Nel corso di un servizio coordinato di controllo del territorio, volto a contrastare ogni forma di degrado e di illegalità, nel quartiere San Giovanni, i Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante, coadiuvati dai Carabinieri...

“Raggi spedisce i rifiuti in Portogallo?”. I dubbi di Tidei e Angeloni

"Raggi fa le prove generali e spedisce per mare, per la prima volta, quindici container, di "cdr" ovvero rifiuti della Capitale già trattati pronti per essere bruciati. Finiranno in Portogallo". Lo si legge in...