Caso Brittany Maynard, Vaticano: «Questa non è una morte con dignità»

Colpita da un cancro si suicida. La reazione della Santa Sede

0
178
Brittany Maynard

«Arrivederci a tutti i miei cari amici e alla mia famiglia che amo. Oggi e’ il giorno che ho scelto per morire con dignita’, tenuto conto della malattia in fase terminale, questo terribile cancro al cervello che mi ha imprigionato…ma mi avrebbe imprigionato tanto di più.  ha scritto la ragazza in un messaggio largamente diffuso sui social network».  Queste le parole di Brittany Maynard, la ragazza americana di 29 anni colpita da un cancro in fase terminale, che qualche settimana fa aveva annunciato in un video di voler mettere fine alla sua vita, provocando un vivo dibattito sull’eutanasia negli Stati Uniti. Oggi la ragazza ha mantenuto la sua pormessa e si è tolta la vita. La ragazza “esprime profondo ringraziamento a tutti i suoi belli, intelligenti, meravigliosi, generosi amici, che lei ha ricercato come l’acqua durante la sua vita e la sua malattia per l’intuizione, il sostegno e l’esperienza condivisa di una bella vita”.

LA REAZIONE DEL VATICANO – Il suicidio assistito è “un’assurdità” perché “la dignità è un’altra cosa che mettere fine alla propria vita”. Lo afferma all’ANSA, il presidente della pontificia accademia per la Vita, mons. Carrasco de Paula, commentando il caso di Brittany. “Non giudichiamo le persone – ha aggiunto – ma il gesto in sé è da condannare”.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...