Anzio, pericoloso pusher in manette: aveva venduto droga killer

0
79
Anzio, pericoloso pusher in manette: aveva venduto droga killer

Sono servite indagine intense e lunghe più di un anno e mezzo per acciuffare un pericoloso spacciatore.

LE INDAGINI – Erano infatti state avviate il 25 novembre 2012 dagli agenti del commissariato di Anzio, le ricerche investigative per risalire al pusher che aveva venduto una dose letale ad un uomo di Nettuno trovato morto in un appartamento del quartiere San Giacomo.

CORPO SENZA VITA – Le forze dell’ordine avevano trovato il corpo del tossicodipendente, ormai senza vita, nella sua abitazione e immediatamente erano scattate le indagini. Lo spacciatore è un 54enne di Anzio, già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, noto per essere uno dei maggiori fornitori di cocaina della zona.

L’ARRESTO – A seguito di un approfondito lavoro portato avanti dagli agenti della squadra investigativa, è stato accertato che l’uomo, nonostante la misura cautelare, perseverava nella sua attività detenendo in casa diverse dosi di stupefacente. Al termine degli accertamenti la procura della repubblica di Velletri ha quindi emesso un provvedimento di cattura a carico di S.G., che lo scorso venerdì è stato arrestato e accompagnato in cella.

DROGA – Nella serata di ieri, inoltre, i carabinieri della stazione Roma Tor Vergata hanno arrestato quattro persone sorprese a spacciare dietro la copertura di un bar. Due italiani, di 23 e 39 anni, e due albanesi, di 35 e 37 anni, sono stati sorpresi a spacciare droga ai clienti pià affezionati del bar.

LA BASE DELLO SPACCIO – I militari, avuto sentore dell’illecita attività dei gestori del bar e dei due complici, hanno eseguito per giorni servizi di osservazione all’esterno del locale notando un nutrito gruppo di noti tossicodipendenti della zona tra la clientela. Ieri sera i carabinieri hanno deciso di far scattare il blitz e, durante la perquisizione effettuata nell’esercizio commerciale, i militari hanno sequestrato complessivamente tre dosi di cocaina, due di hashish, una di marjiuana, materiale vario per il taglio, il confezionamento dello stupefacente e 1.120 euro provento dell’illecita attività. I quattro, trattenuti in caserma, dovranno ora rispondere all’autorità giudiziaria di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ANZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”48″]