Ardea, controlli a tappeto a Tor San Lorenzo: tre arresti

0
163

Altri tre arresti da parte dei carabinieri della compagnia di Anzio che hanno incrementato nell’ultimo periodo i controlli sul litorale, anche in orario notturno, soprattutto nell’area di Ardea e Tor San Lorenzo.

RICERCATA – I carabinieri dell’aliquota radiomobile, l’altra sera, a Tor San Lorenzo, al confine con il Comune di Aprilia, hanno tratto in arresto una 34enne rom, ricercata da quasi due anni, poiché colpita da un provvedimento restrittivo emesso dal tribunale di Milano in base al quale dovrà scontare una pena residua di oltre 3 anni di reclusione, poiché ritenuta responsabile di rapina aggravata, reato commesso nel capoluogo lombardo nel 2011. La donna, che è stata trovata all’interno di un camper nel quale si nascondeva da qualche giorno, è stata associata presso la casa circondariale di Roma Rebibbia.

COCAINA – In uno specifico servizio antidroga i militari della radiomobile fra Lavinio e Tor San Lorenzo hanno tratto in arresto un 38enne del luogo, già noto per alcuni pregiudizi penali, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, dopo essere stato controllato a bordo della propria autovettura, ha insospettito per il suo atteggiamento nervoso i carabinieri che hanno deciso così di procedere ad una perquisizione personale e veicolare, successivamente estesa anche all’abitazione. Al termine di tutti gli accertamenti i militari hanno rinvenuto e sequestrato alcune dosi di cocaina già confezionate, oltre 30 grammi di hashish, materiale vario per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente nonché circa 250 euro poiché provento dell’attività illecita. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

HASHISH – Quasi contestualmente personale della Tenenza di Ardea l’altra notte ha tratto in arresto un 24enne rom, residente al campo nomadi sulla Pontina ma domiciliato attualmente a Tor San Lorenzo e con alcuni pregiudizi penali, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, al termine di un prolungato servizio di osservazione e di pedinamento, hanno notato degli spostamenti anomali del pusher che uscito dall’abitazione dove era appoggiato si portava presso un camper, riconducibile sempre a lui, e parcheggiato a circa 100 metri dal domicilio. Poco dopo i carabinieri hanno deciso di far scattare il blitz che si è concluso in modo positivo atteso che nel mezzo veniva rinvenuto e sequestrato un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi nonché materiale vario per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente. L’uomo è stato così tratto in arresto e trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo mentre il camper è stato sottoposto a sequestro ed affidato in custodia ad un deposito giudiziario.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ARDEA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”32″]