Ardea, lotta alla prostituzione: multe ai clienti

0
97
Ardea, lotta alla prostituzione: multe ai clienti

Multati perché si intrattenevano con prostitute. Gli agenti della polizia locale di Ardea ne hanno sorpresi tre nei giorni scorsi nell’ambito dei controlli per contrastare la tratta della prostituzione, secondo quanto previsto dall’ordinanza del sindaco del dicembre dello scorso anno.

MULTE – I tre, italiani, tra i quaranta e i cinquanta anni, non sono del territorio di Ardea e hanno ricevuto multe da trecento euro. Uno è stato sorpreso in via del Pettirosso, mentre gli altri due sono stati pizzicati in via Pontina Vecchia e in via Nazareno Strampelli. Dalla polizia locale fanno sapere che proseguiranno i controlli del territorio anche durante la notte.

DECORO E SICUREZZA – Intanto il sindaco di Ardea Luca Di Fiori, con un apposito decreto, ha assegnato all’assessore Maurizio Petricone le deleghe ai Lavori Pubblici e alla Sicurezza. “Petricone in queste settimane sta lavorando profondamente per risolvere le questioni più urgenti legate alle manutenzioni di strade e scuole – ha spiegato il sindaco – Il suo è un lavoro apprezzato da molti ed è centrale per lo sviluppo di Ardea perché è anche sulle manutenzioni e sul decoro del territorio che si deve concentrare l’attività del Comune. Ho scelto di dare a lui la delega alla Sicurezza in rispetto alla mozione approvata dal consiglio comunale durante l’ultima assemblea. Petricone mi coadiuverà nel lavoro che già stiamo facendo e che ci ha visto concordare con l’assessore regionale alla Sicurezza, Concettina Ciminiello, una serie di azioni comuni. Sarà lui a seguire, passo dopo passo, tutti i punti approvati dal consiglio”.

LA MOZIONE – Nella mozione votata lo scorso 20 febbraio si dà mandato al sindaco e alla giunta a realizzare entro 60 giorni una serie di interventi. Tra questi, la verifica della possibilità di potenziare il servizio di pattugliamento della polizia locale per una maggiore presenza degli agenti sul territorio (specie nelle ore serali) e per la creazione di una centrale operativa della polizia locale; la valutazione con la Regione Lazio, le associazioni dei commercianti, i comitati di quartiere, le associazioni, dell’installazione di un sistema di videosorveglianza; la promozione nelle scuole del territorio di iniziative di educazione alla cultura della sicurezza e della legalità in sinergia anche con le altre istituzioni; l’adesione al Forum italiano per la sicurezza urbana; la richiesta dell’ottenimento di una risposta scritta, ufficiale, al ministero dell’Interno, per l’istituzione di un commissariato della polizia stradale. Inoltre, nell’atto si chiede di far impegnare i dirigenti comunali per fare in modo che in 60 giorni sia completata l’area di amministrazione trasparente e quella di amministrazione aperta sul sito internet comunale. Nella mozione, l’opportunità di un incontro con i sindaci dei Comuni di Aprilia, Pomezia, Anzio per valutare le ipotesi di un percorso comune contro la criminalità, per la sicurezza e la legalità, con attività congiunte che possano coinvolgere le diverse polizie locali e campagne pubbliche sul tema della legalità e della sicurezza.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ARDEA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”32″]