Fiumicino, angoscia e attesa in aeroporto per volo dirottato

0
218
Fiumicino, angoscia e attesa in aeroporto per volo dirottato

In tutto erano 111 i passeggeri diretti a Roma, all’aeroporto di Fiumicino, su circa 200 totali, su un aereo della Ethiopian airlines, proveniente da Addis Abeba, dirottato dal copilota. Il Boeing 767 è stato intercettato e scortato dai caccia dell’Aeronautica militare italiana fino al passaggio di consegna con la Difesa aerea francese in territorio transalpino e poi fatto atterrare a Ginevra.

LA PAURA – Una volta in Svizzera, i 111 hanno rassicurato le famiglie, molte radunate al “Leonardo da Vinci” nella sala blu di Aeroporti di Roma, allestita per ospitarli: «Un grande spavento e ore da incubo – hanno raccontato – ma per fortuna senza conseguenze». Ora resta da attendere che la compagnia metta a disposizione un volo per permettere ai passeggeri dirottati di far rientro chi a Roma e chi a Milano. Il copilota – dirottatore del volo ET702 avrebbe chiesto asilo in Svizzera perché si sente minacciato nel suo Paese. Intanto, viterbonews24.it ha riportato anche la testimonianza di quelle drammatiche ore di 5 viterbesi di ritorno da una vacanza in Kenya.

LA DRAMMATICA TESTIMONIANZA – «Abbiamo viaggiato per sei ore con il cuore in gola – ha detto una di loro – ho seriamente avuto paura. Ad un certo punto ci trovavamo anche a 4mila metri di altezza. Più volte abbiamo rischiato di precipitare». Ora i 5 sono a Ginevra: «Ci teniamo a tranquillizzare i nostri amici e parenti. Stiamo tutti bene e in Svizzera ci stanno trattando benissimo». Già in serata potrebbero fare rientro in Italia. (fonte Dire)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”33″]