Albano, furti in casa. Presa banda romena

0
267

Durante la scorsa notte, una Volante del Commissariato di Albano Laziale, diretto dal Dr. Massimo FIORE, nel corso del pattugliamento, lungo la via Nettunense, ha notato un’autovettura BMW , di colore nero, con targa romena, con a bordo quattro persone, in sosta nei pressi di un distributore di carburante il cui conducente alla vista della pattuglia, tentava di allontanarsi mettendo in moto l’auto. Gli Agenti sono riusciti ad impedire che si allontanassero, intercettandoli e controllandoli.

QUATTRO GIOVANI TRA I 21 E I 29 ANNI – I quattro giovani a bordo, romeni, di età compresa tra 21 e 29, anni tutti con precedenti penali per reati contro il patrimonio, sono stati trovati in possesso di attrezzi atti allo scasso, torce elettriche e guanti. Accompagnati presso gli uffici di Polizia, sono stati denunciati in stato di libertà per il possesso di oggetti atti allo scasso e allontanati con foglio di via obbligatorio e il divieto di ritorno in Albano Laziale, emesso dal Questore di Roma, in quanto residenti in altri comuni. L’ipotesi più accreditata è che il gruppo si fosse portato in Albano per consumare furti in danni di abitazioni e di esercizi commerciali. Sono in corso accertamenti a largo raggio, in ordine ad eventuali furti compiuti nella zona.

ALTRI GIOVANI IN ARRESTO – Personale della Polfer in servizio di pattugliamento operativo a bordo del treno 7355 Roma Termini-Albano Laziale, nel transitare nei pressi della progressiva chilometrica 15+00, ha notato dei ragazzi che, presenti nei pressi dei binari, stavano lanciando dei sassi contro il convoglio al momento del suo passaggio. Subito la pattuglia ha contattato altro personale, fornendo una descrizione particolareggiata dei ragazzi, che ha provveduto ad intervenire.

L’INTERVENTO E GLI ARRESTI – Lo stesso personale ha sorpreso nel luogo indicato cinque giovani i quali, nonostante il treno fosse transitato, stavano lanciando dei sassi contro un segnale della linea. Bloccati tre dei cinque vandali. Un quarto ragazzo è stato poi identificato in seguito, in quanto aveva lasciato sul posto un giacchetto con il proprio abbonamento ferroviario e il telefono cellulare. Il convoglio ferroviario non ha subìto danneggiamenti aldilà di lievi segni su alcun carrozze, dovuti al lancio dei sassi.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ALBANO LAZIALE DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”11″]