Castel Gandolfo, anziano derubato e trascinato da un’auto in strada

0
84

Trascinato per diversi metri dall’auto dei suoi rapinatori, che l’avevano avvicinato e truffato nella centralissima via Massimo D’Azeglio. E ancora sotto shock la comunità di Castel Gandolfo per quanto capitato sabato scorso a un anziano di 76 anni. L’uomo si trova ricoverato in ospedale con 40 giorni di prognosi.

I FATTI – Era stato avvicinato da una coppia di pseudo turisti, che con la scusa di chiedere informazioni relative alle modalità di pagamento del parcheggio sono riusciti a sottrargli il portafogli, privandolo di 500 euro appena ritirate dall’ufficio postale. Dopo aver posteggiato i malviventi hanno chiesto all’anziano se potevano pagare con le proprie banconote, di un conio diverso dall’euro, sfruttando la sua disponibilità a far vedere quali erano le monete giuste per poterle poi inserire nel parcometro.

LA RAPINA E LA VIOLENZA – Appena estratto il portafogli l’anziano è stato spintonato e fatto cadere. E non è tutto. A seguito della caduta l’ombrello dell’uomo è rimasto incastrato nella portiera dell’auto dei malviventi. Le conseguenze sono state disastrose. L’auto ripartendo ha trascinato per qualche metro l’anziano, che nella caduta ha riportato la frattura della spalla e del femore. I carabinieri della locale stazione stanno visionando le telecamere di videosorveglianza della zona, a caccia di elementi utili alle indagini. Da una prima ricostruzione pare si possa trattare di una coppia dell’est europeo sulla quarantina, giunta nel borgo castellano a bordo di un’auto di colore grigio scuro.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CASTEL GANDOLFO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”65″]