15 anni di carcere per lo stupratore di Velletri

0
143

Maher Djebali, l’uomo che nel 2013 per oltre un mese e mezzo terrorizzò Velletri e i Castelli Romani portando a segno due stupri, è stato condannato questa mattina a 15 anni di reclusione, a fronte dei 13 e mezzo chiesti dal Pm. Il verdetto di primo grado è stato emesso dalla Prima Sezione Penale del Tribunale di Velletri, dove da diversi mesi era in corso il processo ai danni del criminale.

LA DOPPIA VITA – Il 27enne, di origini tunisine, nel febbraio dello scorso anno alternava la vita coniugale di marito modello con una ragazza di Velletri, sposata appena un anno prima, a quella del terribile orco notturno.  Nelle sue fauci finirono due donne, altre riuscirono fortunatamente a scampare alla violenza dandosi alla fuga disperata. L’uomo è stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale, sequestro di persona, rapina e percosse.

LA STORIA – I fatti incriminatori, ai danni delle due giovani vittime, avvennero il 2 e il 10 febbraio 2013: nel primo caso si è trattato di una violenza sessuale in pieno pomeriggio, in un parcheggio di Velletri, nel secondo di un’aggressione notturna che ha visto Maher Djebali aggredire una ragazza all’interno della sua macchina, guidare fino a un posto appartato, privarla del cellulare e violentarla.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU VELLETRI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”43″]