Albano, si toglie la vita dopo la perdita della moglie

0
202

Un bigliettino, con poche righe, e intorno diverse scatole di psicofarmaci. E’ stato ritrovato così, nella serata di ieri, un cittadino polacco di 60 anni, da anni residente nel centro storico di Albano.

IL DOLORE PER LA PERDITA DELLA MOGLIE – Zenon, stimato e benvoluto dalla comunità in cui lavorava come pittore edile e falegname, aveva deciso di farla finita, non potendo reggere ancora alla prematura scomparsa di sua moglie, avvenuta  qualche anno fa. I vicini, non vedendolo da ormai qualche giorno, hanno allertato i Carabinieri, giunti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco.

LA DENUNCIA DEI VICINI DI CASA – Dopo aver sfondato la porta il macabro ritrovamento, col corpo ormai senza vita di Zenon riverso sul letto, attorniato da psicofarmaci e quell’ultimo biglietto per spiegare a tutti i motivi del gesto. Immediata è scattata la mobilitazione da parte di amici e conoscenti, che sperano di poter assicurare a Zenon una degna sepoltura nel cimitero di Albano, proprio accanto alle spoglie dell’amata moglie.

ENNESIMA TRAGEDIA – A Tivoli nei giorni scorsi una donna si è lanciata dal ponte Gregoriano. Si tratta di una 55enne residente in città. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco che hanno appena recuperaro il corpo. La vittima si è schiantata dopo un volo di circa 20 metri. L’ennesimo giallo, insomma. Ancora da chiarire. Ieri infatti, una ragazza di 22 anni è stata trovata morta dalla madre accasciata nel bagno dell’appartamento in cui viveva in via Federico Martinengo. Lei, Azzurra Matiddi hostess di Alitalia da circa tre anni, non rispondeva al telefono così la madre, dipendente comunale, preoccupata è tornata a casa. Ma quando è entrata Azzurra era già morta.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ALBANO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”11″]