Intascavano i soldi per l’ascensore: due denunce

0
107

I Carabinieri della Stazione di Ariccia, a conclusione di un’attività d’indagine, hanno scoperto un raggiro escogitato da due addetti alla vigilanza presso l’ascensore pubblico, messo a disposizione dal Comune di Ariccia, a favore degli utenti che usufruiscono del parcheggio gratuito “BERNINI”, sottostante la Piazza di Corte.

I militari hanno effettuato numerosi servizi di osservazione raccogliendo gravi elementi di colpevolezza nei confronti dei due addetti alla vigilanza che si sono appropriati illecitamente delle somme di denaro destinate al Comune di Ariccia, peraltro rivestendo anche la qualifica di incaricati di pubblico servizio.

Il sistema utilizzato dai due addetti era ben collaudato perché, in particolar modo quando si avvicinavano le grosse comitive di turisti, invitavano gli utenti a non utilizzare i distributori automatici dei ticket con la scusa che avrebbero velocizzato la salita con l’ascensore, facendosi così consegnare gli importi di un euro a corsa per ogni persona. Se il turista richiedeva la ricevuta, gli consegnavano i biglietti già utilizzati. Stesso metodo veniva utilizzato anche per la discesa. I due, denunciati a piede libero, dovranno rispondere del reato di peculato davanti all’Autorità Giudiziaria di Velletri.