Violenza donne, Roma: prende a calci e pugni l’ex

0
77

La loro relazione durava da alcuni mesi, gli ultimi dei quali sono stati di convivenza, ma lo stato d’ansia in cui la donna era ormai costretta a vivere l’ha convinta ad allontanarsi e ad interrompere i rapporti.Le intemperanze dell’uomo sono iniziate improvvisamente e si sono fatte sempre più violente, in particolare quando faceva abuso di alcol, cosa che avveniva sempre più spesso. In particolare l’uomo ha aggredito la fidanzata più di una volta, picchiandola con calci e pugni, soprattutto quando lei le chiedeva di smettere di bere o quando minacciava di lasciarlo.Nonostante tutte le volte lui chiedesse scusa e promettesse che certi episodi non si sarebbero più verificati, ogni nuova occasione era buona per ripetere lo stesso copione violento. Ieri pomeriggio, dopo che la giovane donna aveva deciso di lasciarlo definitivamente e tornare nella casa materna, l’uomo con una scusa si è intrufolato nel cortile condominiale e da lì ha iniziato a gridare minacce e offese di vario genere all’indirizzo della ragazza.I vicini si sono spaventati, non essendo la prima volta che assistevano a certe scene, ed hanno immediatamente allertato la polizia. Nel frattempo la ragazza si è convinta ad uscire sperando di far calmare il suo ex, ma con scarsi risultati, visto che quando gli agenti dell’autoradio del commissariato Esposizione sono arrivati sul posto l’uomo la stava minacciando di darsi fuoco.Anche con i poliziotti O.K., 28enne italiano, si è mostrato molto aggressivo ed è stato portato in ufficio per accertamenti. La vittima ha quindi deciso di sporgere denuncia e il giovane aggressore è stato arrestato con l”accusa di atti persecutori e accompagnato nel carcere di Regina Coeli in attesa di giudizio. (Dire)