Immigrazione, in fuga dall’Egitto sequestrati a Roma

0
56

Due ragazzini in fuga dall’Egitto erano tenuti da giorni in ostaggio, in un appartamento in via dei Sulpici, zona Quadraro.I loro sequestratori li tenevano sotto chiave in attesa di un riscatto di 5mila euro che i genitori dei due giovani avrebbero dovuto inviare tramite bonifico bancario. «Nessuna violenza verso gli ostaggi, ma divieto assoluto di comunicare con l’esterno e uscire dall’abitazione», ha raccontato aCinque il Maggiore Domenico Albanese che ha condotto l’operazione.A fare la scoperta, infatti, sono stati i carabinieridella compagnia di Roma Casilina, dopo la denuncia di un egiziano. I militari hanno così potuto salvare i due ragazzi (di 16  e17 anni) e ricostruire l’attività criminale attivata  a scapito di profughi clandestini.Due nordafricani di 24 e 34 anni iniziavano il traffico in Sicilia, dove i migranti, venivano “rapiti” subito dopo lo sbarco. I militari hanno trovato all’interno della casa, usata come base logistica, numerosi titoli di viaggio, biglietti ferroviari della tratta Messina – Catania, passaporti, permessi di soggiorno e diversi cellulari che sono stati sequestrati.Ora la drammatica vicenda dei due egiziani (di 16 e 17 anni) si è conclusa e i due malviventi sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.