Famiglia massacrata a San Giovanni, sui bambini decine di coltellate

I risultati dell'autopsia effettuata sui corpi dei bambini di tre e nove anni confermano: colpi anche alla testa

0
194

I corpi dei due bambini di nove e tre anni, uccisi alle prime ore del mattino dello scorso 27 ottobre nel loro appartamento di via Carlo Felice, sono stati raggiunti da decine coltellate, molte delle quali dirette alla testa. Altre lesioni farebbero presupporre che i piccoli si siano difesi dall’aggressione, prima di ricevere il colpo di grazia inferto alla gola.

PRIMI RISULTATI – Queste sarebbero le prime evidenze emerse dagli accertamenti scientifici svolti dagli esperti dell’istituto di medicina legale della Sapienza. Sul corpo della madre, Khadija El Fatkhan, che avrebbe compiuto il folle gesto in seguito a una lite con il marito, non ci sarebbero tracce di violenza. L’unico segno riscontrato sul cadavere, sarebbe quello lasciato dalla cintura con la quale si sarebbe impiccata e tolta la vita. La tragedia familiare si era verificata lo scorso 27 ottobre ed era maturata in un palazzo di via Carlo Felice, occupato da anni da persone in emergenza abitativa sotto la ”supervisione” dei Movimenti per il diritto all’abitare.

I FATTI DEL 27 OTTOBRE – Protagonista una famiglia, di origine marocchina composta da una donna di circa 40 anni e due dei suoi figli (del 2005 e del 2011) sono stati trovati morti, oltre a una bimba (nata nel 2009) ricoverata in condizioni disperate al San Giovanni, sottoposta a un delicato intervento chirurgico per cercare di salvarle la vita. Nello stesso ospedale il padre, con una ferita alladdome.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...