Colosseo, a Scajola nessuna condanna per la casa “a sua insaputa”

Stop al processo di secondo grado. La prescrizione ha estinto il reato

0
168

Claudio Scajola è agli arresti domiciliari per la vicenda Matacena, ma oggi si sentirà un po’ sollevato. Il caso della casa dell’ex ministro dello Sviluppo Economico al Colosseo, ottenuta “a sua insaputa” ottiene infatti un insolito finale con lo stop al processo di appello per “intervenuta prescrizione del reato”.

PRESCRITTO – Così il reato sparisce e con esso anche la richiesta del procuratore generale Otello Lupacchini per una condanna a tre anni di reclusione. Scajola era stato assolto in primo grado, mentre in secondo erano stati chiesti tre anni per l’imputazione di finanziamento illecito. La vicenda è quella ormai famosa della casa superpanoramica di via del Fagutale, di fronte al Colosseo che l’ex ministro Scajola. Secondo il giudice dunque in primo grado disse che Scajola era inconsapevole del fatto che Diego Anemone, imprenditore romano, avesso stabilito con i proprietari dell’appartamento come effettuare il pagamento.

SECONDO GRADO – Nel processo di secondo grado si è puntato a chiedere la piena assoluzione, ma nel frattempo sarebbero intervenuti i termini della prescrizione. Dallo stesso processo, infine, la posizione dell’imprenditore Anemone è stata stralciato per un difetto di notifica.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...

Cerveteri si prepara alla 56esima Sagra dell’Uva e del Vino dei Colli Caerite

Gianna, Berta Filava, Il Cielo è sempre più blu, Nuntereggae più. I brani più famosi dell’indimenticabile Rino Gaetano, scomparso oltre 30anni fa ma ancora oggi moderno e attuale come allora, saranno i protagonisti della seconda serata della...

Sgombero piazza Indipendenza, soluzioni del Comune non gradite

Sono stati sgomberati alle prime ore del mattino i giardini di piazza Indipendenza, abusivamente occupati da circa 100 cittadini stranieri che da anni occupavano lo stabile di via Curtatone.  L'intervento - si legge in una...
autobus atac

Controlli sui mezzi pubblici, presi cinque borseggiatori in poche ore

Nell’ambito dei servizi di prevenzione per la sicurezza della Capitale, i carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno intensificato i controlli a bordo dei mezzi pubblici e delle fermate della metropolitana, per garantire maggiore...

Esce di galera con un permesso premio e va a rapinare una posta

Gli investigatori della Polizia di Stato del commissariato Primavalle, che svolgevano le indagini sulla rapina a un ufficio postale del 16 agosto scorso, non potevano riconoscere il malvivente, a volto scoperto, per il semplice fatto che...

Incendia i furgoni di una ditta, lo riconoscono dai tatuaggi e dalle ustioni

Ha scavalcato la recinzione di una ditta di trasporti e, una volta giunto sul piazzale, ha rivolto la sua attenzione ad alcuni furgoni parcheggiati, sui quali ha versato del liquido infiammabile che aveva portato...