Rientra e trova la moglie con l’ex ballerino di Amici

0
226

Catello Miotto, ex ballerino di Amici, è stato condannato in primo grado a cinque anni e mezzo per violenza sessuale nei confronti di una donna di 37 anni di Viterbo, moglie separata di un amico del 28enne ex showman. Sta facendo discutere il processo nelle aule del tribunale romano. «Sono innocente, non ho violentato nessuno, penso solo al ballo. Quest’agonia va avanti da quattro anni».

I FATTI – Era il 27 febbraio 2010, quando la presunta vittima si trovata nella casa di Bagnaia dell’ex marito in compagnia della figlia. Catello Miotto, che in quegli anni lavorava a Viterbo, si era presentato in casa per sfogarsi con l’amico dopo una brutta giornata, trovando però in casa solo la donna. Lì l’avrebbe costretta a un rapporto sessuale.

LA DIFESA – La versione del ballerino è che la 37enne fosse consenziente e gli avrebbe fatto capire che tra i due poteva esserci un rapporto, versione però contraddetta dalla presunta vittima. Il punto su cui la difesa punterà in appello è la testimonianza dell’ex marito, che ha affermato di aver trovato la donna sopra l’uomo nel momento in cui è entrato in camera.

IL SUCCHIOTTO SOSPETTO – Miotto ha anche presentato una perizia medica in base alla quale sul suo collo si trovavano segni di un succhiotto e non di un morso dato nel tentativo di difendersi. Il collegio era presieduto da Eugenio Turco, che dopo un’ora e mezzo di camera di consiglio ha comminato una condanna a cinque anni e mezzo, con multa di diecimila euro e interdizione dai pubblici uffici.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]