Giallo di San Pietro, si indaga per omicidio colposo

0
61
john durkin

Omicidio colposo. E” il reato ipotizzato dalla Procura di Roma nell”ambito dell”inchiesta aperta sulla morte di John Durkin, il 21enne americano deceduto sui binari del treno nella stazione di San Pietro, la notte tra mercoledi” e giovedi” scorso. Il corpo del giovane e” stato trovato con le gambe tranciate, probabilmente a causa dell”impatto con un convoglio ferroviario. Al momento si indaga sulle cause della morte per capire se si e” trattato di un incidente o di un suicidio. Gli inquirenti hanno disposto l”autopsia e gli esami tossicolgici che, probabilmente, potrebbero essere eseguiti gia” domani.

I TESTIMONI – Il pm Eduardo De Santis ha già ascoltato gli amici del 21enne. Che hanno confermato al magistrato che mercoledì sera si erano recati nella zona di piazza Campo de Fiori per bere qualche birra. In base a quanto emerge, gli amici di Durkin non sarebbero stati in grado di ricostruire i movimenti del giovane, limitandosi a dire di averlo visto per l’ultima volta in quella zona della movida.

LE IMMAGINI DELLA TELECAMERA – John era solo quando arrivò alla stazione di San Pietro, da dove poi ha proseguito fino alla galleria in cui è stato investito e ucciso da un treno, come mostrano le immagini di un video girato da una telecamera di sorveglianza nello scalo ferroviario. Resta da capire come e perché il ragazzo abbia percorso poi circa un chilometro a piedi fino a raggiungere il tunnel, che si trova tra le stazioni di San Pietro e di Trastevere, lontano dal pub di Campo dei Fiori dove gli amici lo avevano lasciato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]