Diverbio alla fermata del bus, lo inseguono e gli sparano

0
42
Diverbio alla fermata del bus, lo inseguono e gli sparano: è grave

E’ successo tutto in pochi attimi. Gli hanno sparato a un piede dopo un banale diverbio avvenuto per strada. E’ successo verso le 18 a Roma, sulla circonvallazione Gianicolense, dove un 39enne italiano è stato raggiunto da due colpi d’arma da fuoco esplosi da due persone a bordo di uno scooter, che poi si sono dati alla fuga.

LA DINAMICA – La vittima era appena scesa dall’autobus quando la moto è sfrecciata a tutta velocità proprio tra lui e il mezzo pubblico. Ne è nato un diverbio che al momento, però, sembrava concluso senza ulteriori conseguenze. I due a bordo dello scooter, però, hanno aspettano il 39enne poco più avanti e gli hanno sparato ai piedi con una pistola di piccolo calibro. Poi sono scappati.

GRAVE – L’uomo è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale San Camillo. Sul posto è intervenuta la polizia, che adesso sta indagando per risalire ai responsabili.

L’OMICIDIO – Solo pochi giorni fa era avvenuto un omicidio in strada a Roma. Un giovane di 22 anni, Edoardo Di Ruzza, fu intorno alle 20.40 in via Torresina, nel quartiere periferico di Tor Vergata. Contro di lui furono esplosi almeno 6 colpi di pistola da due persone a bordo di una moto. La coppia, dopo l’agguato, riuscì a fuggire.

PRECEDENTI – Di Ruzza, che aveva precedenti per droga, era stato già arrestato 3 anni fa dai carabinieri per porto abusivo di armi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]