Rai, Tiberio Timperi dopo la bestemmia: ecco cosa rischia

Si avvicina la messa in onda del programma Uno mattina in famiglia, ma ancora non sono uscite notizie ufficiali dal Cda sulla sorte del conduttore

0
584

Si avvicina la messa in onda del programma Uno mattina in famiglia, ma ancora non sono uscite notizie ufficiali dal Cda sulla sorte di Timperi, sembrerebbe che comunque la bestemmia del bel Tiberio verrà sicuramente sanzionata. Nell’attesa che l’Azienda decida noi abbiamo immaginato alcune ipotesi:

LA PRIMA IPOTESI – Una pena pecuniaria di 20mila euro.

LA SECONDA IPOTESI – Una sospensione soltanto per la prossima puntata con pena pecuniaria di 10 mila euro.

LA TERZA IPOTESI – Un licenziamento in tronco con chiusura contratto (lo vorrebbero alcuni consiglieri d’Amministrazione della Rai vicino al mondo cattolico).

LEGGI ANCHE: Rai, Tiberio Timperi dopo la bestemmia rischia grosso

SOLUZIONI ALTERNATIVE – Noi di Cinque se fossimo invece responsabili dell’Auditing della Rai avremmo scelto altre soluzioni: Tiberio Timperi dovrà vedere tutte le registrazioni  di Uno Mattina caffè con Cinzia Tani e Guido Barlozzetti, senza mai prendere sonno. Studiare a memoria tutti i twitter di @Giankaelone e recitarli al direttore di rete. Stare in studio ma senza la possibilità di andare in onda e sentire in cuffia per tutte le puntate le indicazioni di regia ai cameraman di Michele Guardì. Una vera riabilitazione. Leggere tutti i romanzi di Maria Pia Ammirati, direttore di Teche. Secondo noi è una pena più che sufficiente.

LEGGI ANCHE: Tiberio Timperi bestemmia in diretta a Unomattina (VIDEO). Grave gaffe di RaiUno

Trascorrere una settimana a Milano con Cristiano Malgioglio. Trascrivere un discorso di Antonio Marano vice direttore generale della Rai e cercare di metterlo in italiano corrente (pena eccessiva?). Seguire tutti i fuori onda di Franco di Mare quando vede gli ascolti di Storie vere di Eleonora Daniele che supera di gran lunga Uno mattina, e asciugargli le lacrime. Scrivere a mano tutte le mitiche indicazioni professionali che Ludovico di Meo vice direttore di Raiuno dà ai suoi autori per migliorare gli ascolti (sic) e pubblicarle poi su un volume realizzato dalla Eri.