Rai, Eleonora Daniele alla ricerca della bellezza perduta

0
423
Rai, Eleonora Daniele alla ricerca della bellezza perduta

Caro professor Giancarlo Leone, direttore di Raiuno, dopo aver “curato” con tanta signorilità il flop del festival di Sanremo e aver tenuto alto il morale dei due conduttori Fazio e Littizzetto, la prego di riprendere la sua attività quotidiana e di “curare” il malessere di alcune conduttrici della sua rete, soprattutto evidente in una delle sue più valide interpreti: Eleonora Daniele. E’ vero che nel canestro delle donzelle di Raiuno c’è sempre una certa agitazione, ma è normale per il periodo (basta vedere come i dirigenti  della Rai vivano in assedio permanente di fronte alla stanza di Luigi De Siervo, il miglior amico del presidente del Consiglio Matteo Renzi).

LE PREOCCUPAZIONI – Purtroppo, per qualche motivo misterioso, l’Eleonora sembra ben più preoccupata delle altre ed è diventata irriconoscibile. Occhiaie profonde, capelli elettrici e strinati, insicura nel passo, incerta nella dizione e inquieta nello sguardo. Insomma una conduttrice alla ricerca della bellezza perduta. Di chi sarà la colpa? Un po’ è anche sua, dottor Leone, è stato lei a dire pubblicamente che Elisa Isoardi sarebbe stata la regina del mattino, ha garantito un posto anche a Veronica Maya per la prossima stagione, Lorella Landi  ha la certezza che le viene da fuori azienda, anche Georgia Luzi è in procinto di tornare alla grande, ma lei, con il sorriso giulivo del comandante sereno, non ha dato alcuna garanzia alla povera Eleonora Daniele. Perché far soffrire una conduttrice di razza?

IL FUTURO – In fondo fa bene il suo mestiere, a Uno mattina storie vere imita perfettamente la De Filippi, soprattutto nel gesto di lancio della mano. E poi non la deve sottovalutare, come sta facendo, potrebbe avere sempre qualche colpo di coda a sorpresa. Insomma un accorato messaggio di noi abbonati: rincuori e “curi” come solo lei sa fare la povera ragazza, la riceva, le dia un filo di speranza per il futuro, magari se proprio non c’è un posto in onda, le può trovare un impiego dietro le quinte, come collaboratrice ai testi o come programmista regista, ma non me la faccia soffrire più, anche perché poi tocca a noi telespettatori scontare la pena ogni mattina in tv.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU MALEDETTA TV DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”5″]