Lele Mora: «Non manderei mai un mio cliente a Domenica Live, si ride del sangue della gente»

0
224
Lele Mora
Lele Mora

Lele Mora è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.
L’ex agente dei vip su Di Maio: “Per me è la persona migliore che c’è adesso nell’ambiente politico. Non solo nel Movimento Cinque Stelle, tra tutti i politici italiani, è il numero uno. SI capisce da come parla, da come si esprime, ha un programma che può fare veramente del bene al Paese”.
Su Rocco Casalino: “Ha lavorato con me dopo il Grande Fratello,  non capisco questo grande affiatamento con Grillo. Forse tutti e due avendo fatto un po’ di spettacolo si trovano d’accordo. Beppe su certe cose è avanti, vari spettacoli che avevo visto tempo fa erano stupendi, anche se come politico non mi piace. Non capisco come facciano ad andare d’accordo Grillo e Casalino, Rocco lo segue passo passo, forse accetta il fatto che Grillo sia un padre padrone, ascolta quello che dice Grillo ed esegue. Casalino sta agli ordini di Grillo”.
Su quello che accade in Rai: “Milena Gabanelli? Ha lavorato molto bene, ha fatto degli scoop molto forti, scoop che a volte hanno fatto perdere tanti clienti a varie società. Forse per questo ha dato fastidio. Seguivo sempre Report, così deve essere il servizio pubblico. Fazio? A me i piccoli maestrini non piacciono. Forse su Raiuno non farà gli ascolti che faceva su Raitre”.
Su Fabrizio Corona: “Corona non è un delinquente professionale, i delinquenti sono un’altra cosa. Fabrizio è malato. Io l’ho conosciuto e cresciuto, nel ‘98 non era così, era semplice, umile, tranquillo, un po’ esuberante, pieno della sua bellezza e del suo modo di essere, ma dopo il 2005 è cambiato completamente, si è palesata quella malattia dei soldi che l’ha portato a cambiare totalmente. Credo che ancora oggi i magistrati non abbiamo ancora capito che Corona dovrebbe essere curato da qualche psichiatra e un bravissimo psicologo, per guarire da questa malattia della ricerca assatanata dei soldi. Spero che qualcuno lo capisca e lo aiuti”:
Sul Grande Fratello Vip: “L’unico programma dove non manderei persone se fossi ancora un agente è Domenica Live. Non accetterei mai che un mio cliente vada in un programma dove si ride sul sangue delle persone. Il grande fratello vip è una cosa trash, il trash più totale, l’ho guardato pochissimo, ho visto una scena orripilante, di un noto giornalista, non voglio fare nomi, che pensa di fare ridere o di fare ascolto conciato in quel modo, non dovrebbe fare questo lavoro. O fai il giornalista o fai un altra cosa. Il trash è morto, il trash è finito, tutto quello che è trash non è cultura, non è spettacolo”.

LASCIA UN COMMENTO