Bagarre alla prima del Consiglio regionale


0
105

 La prima riunione del Consiglio regionale del Lazio della nona legislatura, indetta per eleggere i componenti dell\’ufficio di presidenza, è stata contrassegnata da diversi episodi di tensione e di confusione durante tutta la durata della seduta elettorale. Fin dall\’inizio, intorno alle 11, si è verificata la prima situazione di disordine con il sindaco di Roma Alemanno che, presente nella platea e pronto per rivolgere un saluto al consiglio, non visto, è rimasto in disparte senza prendere la parola, ed ignorato dal consigliere Claudio Fazzone che ha presiedeva pro tempore la seduta. Le contestazioni sono iniziate fin dalla prima votazione  nella quale non si è raggiunta la maggioranza dei due terzi dei componenti dell\’assemblea necessaria per la nomina di presidente, ma si è acceso lo scontro sulle procedure di voto. Prima di rendere noti i risultati dello spoglio,infatti, l\’opposizione, in particolare Bonelli dei Verdi, Marucci dell\’Italia dei Valori, Montino e Mancini del Partito Democratico, hanno preso la parola ravvisando diverse irregolarità, tra cui la mancata segretezza del voto, l\’incompatibilità fra il ruolo di consigliere e quello di senatore di Fazzone, e la presenza in aula dei tre consiglieri in più rispetto ai 70 previsti dalla legge regionale, questione sulla qual pende il giudizio del Tar. Anche la seconda votazione, senza esito per mancanza del quorum, è stata complicata da una lunga attesa dovuta all\’allestimento di un seggio, non previsto, ma divenuto necessario per garantire la segretezza della procedura di voto. La terza votazione, poi, è stata annullata per la presenza di un paio di schede in più rispetto ai votanti. Si verificava così un’altra situazione di massima confusione tra i votanti quando i consiglieri Chiara Colosimo e Veronica Cappellano, in veste di segretari della seduta, avrebbero fatto votare due volte  Rocco Pascucci, consigliere della Lista Polverini, e conteggiato come non votante Ivano Peduzzi, consigliere della Federazione della Sinistra (PRC-PdCI)

Solo con la quarta votazione, a pomeriggio inoltrato e dopo uno scrupoloso conteggio di 40 schede valide, 4 per Storace, 2 per Astorre, 25 bianche e 4 nulle, si è ufficializzata la nomina a presidente del Consiglio Regionale di Mario Abbruzzese. Anche nel finale, tuttavia, mentre si insediava ufficialmente sullo scranno della presidenza Abbruzzese,  ha regnato la confusione incontrollata nell\’assemblea, che ha  provocato la caduta, senza conseguenze, ma dolorosa, di una fotografa e la necessità di ristabilire la calma prima di poter ascoltare il primo discorso del neo eletto presidente.

  

                                                                                                                   Elena Amadori

 

 

 

 

 

È SUCCESSO OGGI...

Roma, acciuffano il rapinatore localizzando lo smartphone

Ha scippato una ragazza in via Urbano II, impossessandosi della borsa e fuggendo a bordo di uno scooter. La giovane, nel tentativo di resistere, è stata trascinata in terra, riportando varie contusioni ed abrasioni, fortunatamente...

Ss Lazio, emergenza difesa: Inzaghi riabbraccia Mauricio

Inzaghi può sorridere. Nessun recupero in difesa, ma da oggi ha un giocatore in più a disposizione: Maurício dos Santos Nascimento. Il centrale brasiliano è stato reintegrato in rosa e oggi si è allenato con la prima squadra. Dopo...

Terreno incustodito con 21 piante di marijuana: presi due 20enni

Dopo gli arresti eseguiti nell’ultima decade e l’individuazione di una piantagione di marijuana in Tuscania, i carabinieri di Canino hanno individuato una nuova piantagione arrestando i due coltivatori. I due giovani ventenni entrambi del luogo, approfittando...

Tivoli, pioggia di milioni per restaurare il santuario di Ercole

"L'investimento di 13 milioni di euro per riqualificare il Santuario di Ercole Vincitore decisa dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, è una bella notizia per la città di Tivoli.   Un intervento reso possibile dal...
incidente Pontina

Roma, travolto e ucciso da un furgone davanti al figlio sedicenne

Momenti di terrore stamattina a piazzale Pascali nei pressi della Palmiro Togliatti dove un uomo è morto investito da un furgone. dalle prime ricostruzioni la vittima sarebbe stata travolta in strada da un portavalori mentre...