Salute, medici di famiglia in piazza: arriva nel Lazio tour della Fimmg. A bordo anche Zingaretti

0
Salute, medici di famiglia in piazza: arriva nel Lazio tour della Fimmg. A bordo anche Zingaretti

ARTICOLI IN EVIDENZA

L’evento itinerante con il quale la Federazione Italiana Medici di Famiglia (FIMMG) intende ascoltare le esigenze dei cittadini italiani che sono anche, tutti, assistiti e pazienti dei medici di medicina generale; questo per poter avanzare al Governo del Paese richieste che tengano in considerazione i reali bisogni sanitari e socio-sanitari della popolazione.

A bordo di un camper, la FIMMG, capitanata dal segretario generale nazionale Silvestro Scotti arriva nel Lazio. Oggi 7 novembre, dalle ore 11 sarà a Roma, in Via Cristoforo Colombo, 212 (dentro al Palazzo Regionale), mentre nel pomeriggio dalle ore 15 sarà a Lanuvio, in Piazza Carlo Fontana. “Piu’ prevenzione, più attenzione alla persona, meno liste di attesa. Questo il messaggio che il camper della Fimmg veicolerà nel Lazio il prossimo 7 novembre.
L’iniziativa, che rientra nella campagna nazionale “Adesso basta“, punta a promuovere una maggiore facilità di accesso al Sistema sanitario nazionale soprattutto per le fasce di popolazione in difficoltà.

I medici di Medicina generale sono infatti in prima linea a difesa di un servizio solidale e universalistico per il quale chiedono il sostegno dei cittadini e delle istituzioni” dichiara Pier Luigi Bartoletti, Segretario Generale Provinciale FIMMG Roma. “Il mezzo farà tappa in mattinata alla Regione Lazio ed i medici presenti a bordo vaccineranno contro l’influenza il Presidente Nicola Zingaretti, l’assessore alla sanità Alessio D’Amato e tutti i dipendenti che ne faranno richiesta. Nel pomeriggio il camper si sposterà a Lanuvio dove, insieme al Sindaco e collega Luigi Galieti, il team procederà alla vaccinazione antinfluenzale in favore della cittadinanza.

Questa sarà inoltre l’occasione per sottolineare la necessità di fornire un’assistenza capillare e di prossimità in tutti i Comuni della regione potenziando la diagnostica di primo livello. Una soluzione ottimale quindi, per gli accertamenti che si possono effettuare dal proprio medico evitando le interminabili attese nei Pronto soccorso” – conclude Bartoletti.

È SUCCESSO OGGI...