I migranti si ammalano in Italia, presentato studio presso l’Ordine dei medici

0
I migranti si ammalano in Italia, presentato studio presso l’Ordine dei medici

ARTICOLI IN EVIDENZA

I migranti non portano malattie ma si ammalano qui da noi,  per lo stato ansioso-depressivo dovuto al viaggio, e le difese immunitarie molto basse. Arrivati in Italia, insorgono spesso malattie dell’apparato respiratorio  a causa dei luoghi dove vivono e le abitazioni umide. Così è secondo il racconto di  Foad Aodi, membro del GDL Salute Globale della FNOMCeO e Consigliere OMCeO di Roma, Medico italiano di origine arabo-palestinese lo stato di salute della popolazione immigrata, come emerso dal convegno che si è svolto nei giorni scorsi,  nella sede dell’Ordine dei medici di Roma. “I migranti – spiega ilo dottor Aodi chhe è anche Presidente dei Medici Stranieri (AMSI) – in base alla mia esperienza sul campo, non portano malattie, le visite più richieste dai migranti in Italia sono: 20% ginecologia, 10% pediatria, 15% ortopedia, 10% di emergenza e Pronto soccorso, 5% dermatologia, 5% ,cardiologia, 5%, gastroenterologia, 5%, apparato respiratorio, 2%. malattie infettive, 7% patologie trasmesse sessualmente e il resto comprende tutte le altre branche e di medicina generale”. Le patologie più frequenti sono state citate dai vari specialisti sono: emergenza in medicina interna; patologie da violenza sessuale; gastrite e ulcera; sindrome ansiose e depressive; patologie cardiovascolari; ernia del disco; lombisciatalgia; cervicobracalgia; tendinopatia; fratture e distorsioni non diagnosticate in tempo del tragitto; patologie da Stile di vita e dieta nuove; dermatite da contatto; tosse e bronchite e laringite; carenza in vitamine; infezioni; malattie della pelle; patologie da poca igiene nell’ambito odontoiatrico, oculistico e otorinolaringoiatrico”. “Inoltre – prosegue Aodi – le donne in gravidanza non fanno gli accertamenti necessari per la paura di andare al Pronto Soccorso per questo c’è un alta percentuale di aborti clandestini. C’è anche un’alta percentuale di malattie trasmesse sessualmente tra chi frequenta le prostitute”.

Secondo i relatori del convegno andrebbe inserito nel programma dei corsi di aggiornamento una quota sia per i professionisti di origine straniera sia per gli Italiani sulle patologie dei migranti e anche per combattere le ‘cure fai da te’, i ‘santoni’ o le metodiche non fatte da medici. come ,ad esempio la circoncisione preventiva, ced alla mutilazione genitale femminile che non è affatto collegata ad aspetti religiosi come la Shari’a o il Corano.

È SUCCESSO OGGI...

Coronavirus: Roma, 12 casi da Bangladesh, test per volo da Dacca

0
"Stiamo predisponendo l'ordinanza per garantire che vengano eseguiti i test e i tamponi a tutti i viaggiatori del volo speciale in arrivo oggi da Dacca (Bangladesh) autorizzato dall'ENAC. Le operazioni si rendono...
truffa roma

Roma, 5.436 persone identificate: il bilancio dell’attività della polizia presso gli scali ferroviari della...

0
Sono 5.436 le persone identificate, di cui 1 arrestata e 24 denunciate in stato di libertà. Sono invece 565 le pattuglie impiegate in stazione, 19 le contravvenzioni amministrative elevate di cui 7...

Abbandonano 800 litri d’olio per strada, due persone denunciate dalla polizia locale

0
Avevano abbandonato circa 800 litri d'olio motore all'interno di quattro fusti in zona Monachina due persone che, a seguito di indagini da parte del NAD ( Nucleo Ambiente Decoro) della Polizia Locale...

LAZIO, ANAS: PER INCIDENTE TEMPORANEAMENTE CHIUSA AL TRANSITO LA STATALE 2 “CASSIA”

0
A causa di un incidente, è temporaneamente chiusa al transito la strada statale 2 “Cassia”, in entrambi i sensi di marcia, al chilometro 46 all’altezza di Sutri in provincia di Viterbo. L’incidente, sulle...

Coronavirus, Spallanzani: «42 positivi, 4 più seri»

0
"In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 85 pazienti. Di questi, 42 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2 e 43 sono sottoposti ad indagini". Così si legge...