Metro C al Governo: serve commissario straordinario

0
669
metro c

Metro C spa chiede al Governo di nominare “con carattere di urgenza un apposito commissario straordinario” per la gestione dell’appalto della linea C della metropolitana di Roma “conferendogli tutti necessari poteri, ai sensi e per gli effetti della normativa richiamata in oggetto, per l’espletamento delle funzioni atte a rimuovere i numerosi ostacoli alla realizzazione e al completamento dell’opera”. Questo il passaggio piu’ importante di una durissima lettera che questa mattina il consorzio Metro C spa ha inviato al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ai ministri delle Infrastrutture e del Bilancio, rispettivamente Paola De Micheli e Roberto Gualtieri, al prefetto di Roma, Gerarda Pantalone, e per conoscenza a Roma Metropolitane, al sindaco di Roma, Virginia Raggi e al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in merito alla situazione dell’appalto della linea C.
“La nostra societa’- si legge nella lettera riservata e che l’agenzia Dire e’ in grado di rendere nota- ha appreso in queste ore la decisione del socio unico di mettere in liquidazione Roma metropolitane, committente del procedimento in oggetto. La situazione venutasi a creare del desta inevitabilmente preoccupazione in tutti gli attori coinvolti, metro C SpA in primis e tutto il sistema bancario che finanzia il processo di realizzazione di un’opera di preminente interesse nazionale, andando ad ostacolare ulteriormente lo sviluppo delle attivita’ oggetto di affidamento, con il concreto rischio di pregiudicare definitivamente l’obiettivo di pervenire al completamento del tracciato fondamentale da Monte Compatri a Clodio”.

È SUCCESSO OGGI...