Studente di Fiumicino vince il concorso di Federchimica per le scuole medie

0
450

I 150 anni della Tavola Periodica degli elementi, celebrati dall’ONU nel 2019, sono stati il tema principale del Premio Nazionale Federchimica Giovani per l’anno scolastico 2018-2019.

Il concorso, destinato alle scuole medie, è promosso ogni anno da Federchimica, la Federazione nazionale dell’Industria chimica, insieme al MIUR. L’edizione di quest’anno ha ricevuto oltre 500 progetti da tutta Italia e ha coinvolto più di 6.000 studenti.
Oggi, al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, sono stati consegnati i premi ai migliori elaborati che hanno raccontato, in modo originale e creativo, come la chimica ci accompagni in ogni momento della nostra giornata e sia fondamentale nelle grandi sfide dell’umanità e del pianeta.

Luca Ammendola della 1°L dell’Istituto Comprensivo Lido del Faro di Fiumicino ha vinto nella categoria “Chimica Generale” con il progetto “L’arca di Mendeleev”. Ispirato dal libro “Passeggiando per la tavola periodica” di Marcello Nicoletti, l’elaborato di Luca racconta un’affascinante storia di fantasia sulla tavola periodica che viene rappresentata come una nave con tante cabine quanti sono gli scienziati e gli artisti sull’imbarcazione. Avvincente e creativo, “L’arca di Mendeleev” trasmette un bellissimo messaggio legato alla chimica, quale scienza alle base di tutte le altre scienze.

Il Premio ha l’obiettivo di migliorare la conoscenza della chimica e valorizzare il suo contributo al benessere dell’umanità, potenziare l’interazione tra scuola, territorio e industria chimica e orientare verso percorsi di studio tecnico-scientifici. Ogni anno vengono messi in palio un tablet per i vincitori singoli e 2.000 euro alle scuole che vincono con lavori di gruppo; quest’anno sono stati consegnati in tutto 26 premi.
Gli elaborati premiati sono disponibili sul sito  di Federchimica dove, a breve, sarà pubblicato anche il regolamento della nuova edizione per il prossimo anno scolastico.

È SUCCESSO OGGI...