Personale: Campidoglio, posizioni organizzative sono incarichi a tempo e non avanzamenti di carriera. Previsti in tutte le P.A.

0
420

In merito a quanto scritto da un organo di informazione, si precisa che il bando per le posizioni organizzative non rappresenta in alcun modo una promozione o un avanzamento di carriera, come erroneamente riportato. Si tratta, invece, di incarichi di responsabilità a tempo (durata triennale), previsti in tutte le Pubbliche amministrazioni dalla contrattazione collettiva. Una volta terminati i tre anni, il dipendente viene reinserito nell’inquadramento precedente.

Le posizioni organizzative impostate dall’Amministrazione capitolina vengono assegnate con una procedura selettiva in base a criteri meritocratici e fortemente legati all’esperienza professionale. Presentano un carattere fiduciario perché i titolari saranno i più stretti collaboratori della dirigenza.

La procedura avviata da Roma Capitale non si basa soltanto sulla valutazione discrezionale dei curricula, come avviene in altre Pubbliche amministrazioni, ma prevede punteggi selettivi finalizzati ad assicurare una vera meritocrazia. I punteggi vengono attribuiti tenendo conto dei titoli del dipendente ed in base alla valutazione della performance conseguita negli ultimi anni.  Viceversa il peso della valutazione discrezionale del dirigente è di 6 punti su 30 (20% del totale).

Lo riferisce, in una nota, il Campidoglio.

È SUCCESSO OGGI...

Spaventoso incidente sul gra: due morti

Nel Lazio è chiuso al traffico dalle prime ore del mattino, in carreggiata interna, il Grande Raccordo Anulare di Roma, in corrispondenza del km 22, a Settebagni, a causa di un incidente che ha...