Lavoro, disoccupazione in calo in Europa. In Italia è più o meno stabile

Eurostat: il dato di aprile nella zona UE (9,3%) è il più basso dal 2009 a oggi

0
2290

La disoccupazione nella zona Euro registra il 9,3% ad aprile 2017, in calo rispetto a marzo (9,4%) e rispetto al 10,2% dell’aprile 2016. E’ il miglior dato da marzo 2009, comunica Eurostat.

Ad aprile la disoccupazione nell’Ue-28 registra il 7,8%, in calo rispetto al 7,9% di marzo, e dall’8,7% di aprile 2016 (miglior dato da dicembre 2008).

In Italia, ad aprile, la disoccupazione è più o meno stabile anche se diminuisce e registra l’11,1% rispetto all’11,5% del mese precedente: il quarto dato più alto dopo Grecia (23,2% dato del febbraio 2017); Spagna (17,8%) e Cipro (11,6%).

Ad aprile il tasso più basso si è registrato nella Rep. Ceca (3,2%), in Germania (3,9%) e Malta (4,1%). Rispetto al 2016 la disoccupazione ad aprile diminuisce in 27 Paesi, mentre risulta stabile in Finlandia. I cali principali si registrano in Croazia (dal 13,7% all’11%); Spagna (dal 20,4% al 17,8%) e Irlanda (dall’8,4% al 6,4%).

L’emergenza occupazionale in cui ormai versa il Belpaese è confermata dalle stime EUROSTAT sullo stato dell’occupazione ad aprile che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” riporta nude e crude all’attenzione della cittadinanza.

Nella nota che ha invitato si legge che è importante che “l’opinione pubblica comprenda che non è più tempo di aspettare poiché anche se il governo latita ed è impegnato in ben altro, urgono interventi urgenti in campo economico che abbiano concreti effetti sulla ripresa del mercato del lavoro specie quello giovanile che appare il più colpito dalla crisi”.