Ultimo tango a Zagarolo: il sindaco risponde al senatore Mineo

Il parlamentare sbeffeggia Zagarolo. Ecco perchè

0
440

Corradino Mineo, Senatore della Repubblica italiana, nel blog “Il Caffè” (testata Today) cita la Città di Zagarolo nel suo ultimo post dal titolo “Ultimo tango a Zagarolo”.
Qui di seguito alcune righe tratte dal pezzo citato.

L’AFFONDO DI MINEO – “Ultimo tango a Zagarolo. Il nodo è questo: siamo in provincia. Non è il dettato costituzionale che paralizza l’Italia, ma governi che non governano perché modesta e senza ispirazione è la classe dirigente”.

“Ora non dite che questo caffè è amaro o rassegnato. Se abbiamo visto colonne di Siriani marciare a piedi verso Vienna, potremo ben lavorare perché una nuova classe dirigente, fatta di giovani italiani con la testa a Parigi e non a Zagarolo, porti area nuova in politica. Magari gridando che storytelling, retroscena, minacce e complicità, sono frutti velenosi di una ideologia neoliberista morente. E spogliando il re”.

LA RISPOSTA DEL SINDACO In merito a quanto pubblicato dal Senatore Mineo, il sindaco Lorenzo Piazzai, desidera precisare, a nome di tutta la Comunità di Zagarolo, quanto segue:

“La libertà di stampa ed espressione è sacra e inviolabile, lungi da me e dalla Comunità di Zagarolo etichettare o censurare quanto scritto dal Senatore Pd Corradino Mineo. Urge, però, denotare un costume a cui la nostra Nazione è abituata: la denigrazione della provincia, del paese (anche se Zagarolo è riconosciuta Città e vanta un museo, un palazzo storico e ben 18mila abitanti) e di tutto quello che non è centrale, primario e dominante. Ben venga una nuova classe dirigente, come auspica Mineo; ben venga una nuova classe dirigente in Italia, a Parigi e a Zagarolo.

Desidero rispondere al Senatore Mineo a nome di tutta la Comunità ribadendo con forza che a Zagarolo tutti si stanno adoperando per cancellare – cito ancora Mineo – “incertezze, provincialismo e narcisismi”, il peggio del malcostume italiano.
Non siamo amari o rassegnati così come crede e scrive il Senatore. A Zagarolo c’è un’ampia e profonda sinergia tra Politica e Comunità per crescere socialmente, civicamente e culturalmente. Non vogliamo, infine, essere paragonati né a Parigi né a Roma, ma neanche etichettati in maniera dispregiativa.

Invitiamo il Senatore Pd Corradino Mineo a visitare Zagarolo, i suoi colli, il suo lungo corso, Palazzo Rospigliosi e il Museo del Giocattolo; siamo ansiosi di fargli assaggiare le prelibatezze e le eccellenze enogastronomiche prenestine. A differenza di quanto si possa pensare il vero costume italiano vive in Provincia”.

È SUCCESSO OGGI...

Blitz antidroga nella capitale: 5 persone finiscono in manette

I Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante hanno effettuato una serie di servizi preventivi finalizzati al contrasto dello spaccio di droga nella zona dell’Esquilino. Il bilancio è di 5 persone arrestate. I primi a finire in...

Piantagione di marijuana e “camera stupefacente”, droga tra Tivoli e Guidonia: 2 persone nei...

I Carabinieri della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 47enne di Guidonia e denunciato a piede libero un 20enne romeno residente a Marcellina, entrambi con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio...

Roma, controllo di locali pubblici da parte della Polizia. Sanzionati i titolari di un...

Durante un’ attività finalizzata al contrasto di illegalità in genere, coordinata dal Dirigente del Commissariato Colombo, Isea Ambroselli, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Roma e l’Ufficio ASL del SIAN (Servizio Igiene...